Un recente aggiornamento di Microsoft alla versione Click2Run di Outlook 2016 ha introdotto un cambiamento di funzionalità in base al quale Outlook sta dando priorità a Office 365 per le query di individuazione automatica rispetto a tutti gli altri metodi di individuazione automatica.

Ciò causa problemi ai clienti che non utilizzano O365 per il loro servizio di posta (i nostri clienti di Hosted Exchange), in particolare se l'utente dispone di una cassetta postale inutilizzata all'interno del servizio O365 o se l'utente ha un abbonamento O365 personale utilizzando il proprio indirizzo di posta elettronica aziendale .

Outlook richiede all'utente di accedere, ma l'accesso non riuscirà poiché richiede effettivamente le credenziali per l'autenticazione rispetto al servizio O365, anziché le credenziali di Hosted Exchange.

Questo comportamento interrompe l'esperienza sia per i profili esistenti che per quelli appena creati: fortunatamente abbiamo scoperto una soluzione alternativa che comporta una correzione del registro, per la quale i passaggi verranno dettagliati di seguito.

La risoluzione richiede di modificare il registro. Tuttavia, potrebbero verificarsi seri problemi se si modifica il registro in modo errato. Pertanto, assicurarsi di seguire attentamente questi passaggi. Consigliamo vivamente di eseguire il backup del registro prima di modificarlo. Si prega di notare che non possiamo fornire assistenza per eventuali problemi derivanti da un'errata configurazione, né possiamo farlo fisicamente per voi.

1. Chiudi Outlook, quindi apri un programma chiamato Editor del Registro di sistema premendo l'icona di Windows e digitando semplicemente regedit.

2. Navigare utilizzando le frecce sul lato sinistro fino alla seguente posizione:

HKEY_CURRENT_USER \ Software \ Microsoft \ Office \ 16.0 \ Outlook \ AutoDiscover

3. Ora vorrai selezionare la cartella di individuazione automatica e fare clic con il pulsante destro del mouse sullo spazio vuoto sul lato destro per creare un nuovo DWORD chiave: la proprietà dovrebbe essere ExcludeExplicitO365Endpoint impostato su un valore di 1.

4. La correzione ora dovrebbe essere applicata, la prossima volta che apri Outlook dovrebbe tenerne conto e non interrogare Office365 per il processo di individuazione automatica, e invece semplicemente impostare la cassetta postale di scambio ospitata.

Fonte: COWEB